“Sono giunto al termine di questa esperienza con fierezza e spalle forti, consapevole di aver messo in piedi un programma elettorale solido e valido. L‘ho elaborato e studiato ascoltando gli operatori del commercio, del turismo, le associazioni del terzo settore e le tante eccellenze del nostro territorio. Per questo motivo, le proposte che intendo portare in Regione sono frutto di un lungo dialogo con i cittadini che vivono a Napoli e nei comuni della Provincia napoletana, e ritengo che non ci sia nulla di più importante di ascoltare la gente e capire le esigenze dei territori – spiega Fernando Farroni -. In questi anni siamo riusciti a rilanciare il museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, passando da 700 a 200.000 visitatori l’anno. Stessi numeri per quanto riguarda la Reggia Borbonica. Come? Abbiamo organizzato eventi culturali e artistici, abbiamo partecipato alla Bit di Milano ed eventi internazionali, abbiamo rilanciato in maniera mediatica i siti di maggiore interesse della nostra città, abbiamo creato così un indotto economico e culturale, con posti di lavoro”.

“Tra poche ore – prosegue Farroni – i cittadini sono chiamati alle urne per eleggere il presidente della Regione Campania e il consiglio regionale, si tratta di un momento di riflessione importante, perché decidere a chi dare la propria fiducia non è mai facile. Io ci ho messo impegno e dedizione in questi mesi e sono pronto a dare il massimo come consigliere regionale, mettendo a disposizione l’esperienza di questi anni come vicesindaco di Portici: una città che è cresciuta tanto e sotto ogni aspetto. Abbiamo lavorato con la giunta municipale e il sindaco per potenziare il commercio e il turismo, l’economia locale, ottenendo ottimi risultati”.

Fernando Farroni fa un appello al voto e ribadisce il concetto di Portici in Regione: “Con il governatore Vincenzo De Luca – conclude – sono convinto che possiamo fare davvero tanto per la Campania e per i suoi cittadini. Immagino un “modello Portici” in Regione, dove commercio e turismo, servizi per i cittadini, sono la parola d’ordine. Ringrazio chi ha scelto di sostenerci in questo straordinario percorso e sono certo che la fiducia dei miei elettori sarà ripagata”.