LUVO BARATTOLI ARZANO AMMAZZAGRANDI: TRAVOLTO IL TERRIBILE GROTTE VOLLEY
Piscopo: La vittoria sportiva ci ripaga dell’abbandono ricevuto dalle istituzioni cittadine

LUVO BARATTOLI ARZANO    3
GROTTE VOLLEY                      1
(25-23; 25-23; 26-28; 25-17)
Luvo Barattoli Arzano: Piscopo F. (L), De Siano 13, Piscopo V. (L), Passante 11, Aquino 9, Michelini 5, Palmese 21, Postiglione 10, Panacea, Rinaldi 1. Non entrate: Suero, Silvestro, Fusco, Putignano. All. Piscopo A.
Grotte Volley Bari: Modena (L), Vinciguerra 8, Recchia, Mauriello 15, Miotti 2, Laneve 1, Labianca 11, Corallo 1, Civardi 18, Alijaj 9. Non entrata: Kubunda. All. Ciliberti
Arbitri: Stellato e Lanza di Caserta
Note. Durata set: 26′; 28′; 32′; 25′. Arzano: Battute sbagliate: 9, Battute punto: 10, Muri punto: 11. Grotte: Battute sbagliate: 9, Battute punto: 5, Muri punto: 10.

VILLARICCA – Non poteva sperare in un esordio casalingo migliore la Luvo Barattoli Arzano che travolge il Volley Grotte Bari con il punteggio di 3-1 e si riscopre capolista del girone con 6 punti in due gare.
La squadra di Ciliberti, grande favorita della vigilia, si è trovata di fronte una squadra agguerrita che non ha mollato l’osso nemmeno per un punto. Ha saputo recuperare da situazioni che sembravano irrimediabilmente compromesse e si è anche concessa il lusso di sprecare un match point al termine del terzo set, prima  di completare l’opera nella frazione successiva: l’unica a senso unico dell’intero incontro.

La gara ha vissuto sul filo dell’equilibrio per buona parte. Verso la metà del primo set il Grotte Volley sembrava aver trovato il filo giusto riuscendo ad accumulare sei lunghezze di vantaggio. Una situazione che ha saputo far risvegliare l’orgoglio delle giovani arzanesi che hanno fatto la loro parte nel migliore dei modi recuperando prima e superando al rush finale poi le pugliesi.
Il copione è stato praticamente identico nel secondo set e non a caso il risultato finale non è cambiato, sempre 15-23.
Anche nel terzo set la rimonta non è apparsa impossibile. Qui addirittura sono state sette le lunghezze da recuperare. Sul 17-21 è partita la carica con Michelini dalla zona di battuta e con le altre a mietere punti da tutte le parti del campo. C’è stato anche il brivido di un match-point sbagliato prima di commettere gli errori poi costati la sconfitta nel parziale.
La grande occasione sprecata non smuove di un millimetro l’entusiasmo della Luvo Barattoli che nel quarto set parte a razzo, aspetta il ritorno delle rivali per poi travolgerle diventando la protagonista assoluta della partita. Chiude Passante fissando il punteggio sul 25-17. 

Coach Antonio Piscopo ha di cosa essere soddisfatto: “Una partita dura ma bellissima. Loro puntano ai playoff ed abbiamo cercato di dare il massimo, con una prova senza perdere la pazienza, aspettando i tempi giusti per chiudere il punto. Nel terzo set è successo proprio questo: abbiamo perso la pazienza e abbiamo preso troppe murate fino a cedere il parziale”.
Sei punti in due partite, ma non è il caso di essere soddisfatti: “Godiamoci il giorno di riposo e poi da lunedì pensiamo alla Fiamma Torrese. L’unico cruccio resta il fatto di non aver potuto giocare nel nostro palazzetto. Ringraziamo l’Ancis Villaricca per averci ospitato. Però la vittoria dell’Arzano Volley non è quella della politica cittadina che continua a non aiutarci. Grazie ai nostri sostenitori che restano tali e si godono le vittorie sportive prendendo coscienza delle sconfitte istituzionali. Noi andiamo avanti più forti di prima”.