“Da agosto del 2020 siamo usciti dalla maggioranza che sosteneva Giuseppe Montanile per evidenti incompatibilità con il sindaco e la sua gestione. Dopo mesi, altri consiglieri ci hanno seguito: rivendichiamo, dunque, una coerenza che è tutta politica e amministrativa, legata esclusivamente a divergenze sulle cose da fare e sul modo di affrontare le questioni dell’ex primo cittadino”. A dichiararlo sono Rocco Travaglino e Giuseppina Sposito, ex consiglieri comunali di Brusciano che fanno parte dei 14 (su 16 in totale) che hanno firmato le dimissioni contemporanee dal consiglio, determinando lo scioglimento dell’assemblea degli eletti.

Aggiungono i due: “Da mesi abbiamo una posizione critica verso il sindaco e più volte abbiamo spiegato che la fine anticipata dell’esperienza amministrativa sarebbe stata la soluzioni migliore: oggi prendiamo atto che il nostro punto di vista era ed è maggioritario”