La settimana scorsa fu approvato dall’amministrazione comunale di Poggiomarino il piano triennale delle opere pubbliche. Ieri, cioè pochi giorni dopo l’ok, il consiglio si è riunito di nuovo, in seduta urgente, già per modificare il piano. Motivo: la maggioranza aveva dimenticato di inserire tre opere pubbliche, i cui bandi scadevano proprio ieri. Un tentativo di risolvere la questione “last minute” che l’opposizione (i consiglieri Giuseppe Annunziata, Michele Cangianiello, Maria Stefania Franco, Nicola Guerrasio, Nicola Salvati e Rossella Vorraro) ha criticato aspramente.

Spiegano i sei: “Non solo hanno fatto tutto in fretta e furia pur avendo avuto a disposizione molte settimane per preparare i progetti, ma li hanno anche redatti malissimo. Solo due esempi: il bando per avere finanziamenti per le scuole materne prescrive che le aule devono essere collocate al piano terra e il Comune ha previste aule al primo piano. Per il centro servizi alla famiglia, invece, non hanno presentato un piano di gestione. Siamo al ridicolo e all’improvvisazione”.

Aggiunge la consigliera Rossella Vorraro: “Ho chiesto chiarimenti nel merito e il sindaco mi ha risposto che non ne avrei ricevuti perché con me non parla. Non che io sia entusiasta di parlare con lui, ma gli faccio notare che rappresento centinaia di cittadini e che svolgo un ruolo istituzionale per il quale merito rispetto. Il primo cittadino dovrebbe provare ad essere meno nervoso”