Sono 50 i laureati e le laureate che hanno candidato le proprie tesi di laurea magistrale in Fisica o Astronomia al premio scientifico “Geppina Coppola”, nato per onorare la memoria della giovane ricercatrice di Striano morta improvvisamente nel 2015 alle soglie di una brillante carriera.

Le candidature sono giunte da tutti gli Atenei d’Italia: nei prossimi giorni gli organizzatori del premio,  l’Osservatorio astronomico di Capodimonte dell’Inaf e l’associazione di promozione sociale “Geppina  Coppola”, nomineranno una commissione di esperti che avrà il compito di valutare la migliore tesi.

Al vincitore andrà una somma di denaro di 1500 euro e l’invito a tenere un seminario presso l’Osservatorio Astronomico di Capodimonte. L’esito della valutazione sarà comunque comunicato a tutti i partecipanti, così come la data in cui si terrà la consegna del riconoscimento e il seminario del vincitore.

«Siamo davvero contenti di una partecipazione così ampia: la nostra iniziativa intende promuovere la ricerca e, soprattutto, i giovani che scelgono di studiare la fisica e l’astronomia proprio come faceva Geppina», dichiarano Marcella Marconi, direttrice dell’Inaf – Osservatorio astronomico di Capodimonte e Arturo Colantonio, presidente dell’associazione “Geppina Coppola”