TLB: il kebab store apre i battenti a Fuorigrotta

Un’apertura bagnata da fortunata pioggia quella di TLB, il kebab made in Naples che estende le


sue frontiere dai punti storici a logo ‘O Talebano, fino alle porte di Napoli nel cuore di


Fuorigrotta.
Un evento per presentare questo nuovo logo che si affianca a quello già esistente, proprio per


dare un senso di internazionalizzazione del progetto, e che ha visto l’interesse di giornalisti,


influencer, appassionati, ma anche tanti curiosi, pronti a mettere in gioco il proprio palato per


il kebab e la pita.
Su questa apertura e più in generale sul brand, i founder Genny e Marietta Donzelli ci


raccontano: “L’idea del brand ‘O Talebano nasce 20 anni fa da un viaggio all’estero con l’obiettivo


di portare un prodotto assaggiato fuori a Napoli… rivedendolo “a modo nostro”, con la fusione di


un prodotto caratteristico greco-arabo, con l’aggiunta di elementi tipici della cultura culinaria


campana e italiana.


L’idea di TLB nasce come concept. Deriviamo da ‘O Talebano, ma come ben comprensibile, dirlo a


Napoli non ci permette di essere subito identificabili, e visto che abbiamo una forte volontà di


ampliamento, abbiamo creato il brand TLB che unisce sia la nostra storia, sia il nostro futuro.


Abbiamo un nostro centro di cottura e produzione solo interno e strutturato a norma, proprio per


le idee del futuro. Se guardiamo la nostra storia, il primo punto vendita nasce a Porta di Massa, il
secondo al Vomero, poi Pomigliano d’Arco, ora a Fuorigrotta e il prossimo obiettivo è Aversa. A
partire da questo locale, però, abbiamo ampliato l’offerta gastronomica, dove oltre la produzione
standard con il kebab prodotto da animali italiani, abbiamo aggiunto la pita vegana, che arriva
sempre dalla nostra pita originale Greca, ma che ci è stata chiesta più volte in quanto le abitudini
alimentari veg stanno aumentando giorno dopo giorno. Abbiamo poi l’opzione gluten free, che
vede il tutto servito in coppetta”.
Dietro al progetto di Fuorigrotta però, c’è anche un’idea sociale di riqualificazione del piazzale,
luogo di affluenza di giovani e punto nevralgico tra studenti, tifosi e nei prossimi giorni anche
appassionati di fumetti, in quanto sicuramente TLB sarà un luogo di ritrovo gastronomico dei
visitatori del COmicon.
In conclusione possiamo dire che per chiunque abbia ancora diffidenza verso il kebab, la scelta
di TLB è sicuramente indicata a chi vuole comprendere che non c’è un piatto più semplice di
questo… soprattutto quando è preparato con il cuore partenopeo e la massima qualità della
materia prima.